Archivio mensile:febbraio 2015

L’accordo di Minsk, l’unione politica e il terrorismo europeo. Ma gli Stati Uniti dovrebbero rivedere la loro politica estera

servizio a cura di Elena Quidello

R o m a, 16 febbraio 2015 – I drammatici fatti di questi giorni: terrorismo che si ripete secondo la solita strategia inAccordo_di_Minsk Danimarca; l’accordo di Minsk tra Putin, Poroshenko, Merkel, Holland che salta già subito dopo la firma con le esplosioni nelle città orientali assediate dai ribelli filorussi segno che forse non tutto si è chiuso in un accordo; l’avanzata dell’Isis in Libia con il solito copione di eccidi questa volta, nei confronti dei copti; la Spagna che emulando la Grecia, scende in piazza contro l’Euro; non ultimo la confusa situazione politica italiana che non riesce a trovare accordo sulle riforme in atto; tutti ingredienti pronti ad esplodere conducendo l’Europa verso un futuro caotico nel quale essa stessa, sotto eventuale assedio da parte dei nuovi barbari venuti dal mare, potrebbe non aver scampo poiché è dal suo ventre morbido e gentile che uscirebbero migliaia di terroristi pronti a colpire il vicino della porta accanto o esponenti politici di spicco tale da paralizzare le sedi governative e richiamare dalle sue stesse viscere una guerra dimenticata. Continua a leggere