“Amore e Disabilità”? Il tema trattato dai Lions che hanno organizzato un tavolo di confronto con psichiatri e psicologi

dal nostro corrispondente

 R o m a 30 maggio 2019 – Avete mai assistito ad una proiezione di un film documentario dalLogo Lions titolo “Sesso, Amore e Disabilità”? Ebbene, lo scrivente si, e ne è rimasto scioccato.

Nella giornata di ieri, nei locali della comunità “Il chicco” di Ciampino, i Lions club di Ciampino, Monte Porzio Catone, Pomezia, Roma Mare, Velletri Host Colli Albani e le associazioni AISA, Comunità “Il chicco”, Propsy, Trust Onlus Creando, hanno organizzato, ma il merito di tutto va all’avv. Giorgio Basei presidente del club Lions di Ciampino, un tavolo di confronto dal titolo “AMORE E DISABILITA’”.

Al “tavolo” sono intervenuti, come relatori, lo psichiatra dott. Walter Procaccio che ha trattato il tema “Cosa è il sesso”, la dott.ssa Maria Grazia Castrogiovanni psicologa/psicoterapeuta, che ha trattato il tema “sessualità ed affettività”, la dott.ssa Giovanna Vannini psicologa//ipnoterapeuta che ha trattato il tema “La sessualità: risorsa e criticità”, la dott.ssa Clara Borri psicologa/psicoterapeuta che ha affrontato il tema “intervento clinico e relazione terapeutica”, ha chiuso i lavori il dott. Carlo Rossetti, Presidente onorario AISA Nazionale. Moderatore, il giornalista Pasquale A. Di Todaro.

Prima di dare inizio ai lavori, la dott.ssa Laura Elke D’Apolito, psicologa, ha fatto proiettare un film documentario dove molti disabili, affetti da gravi malattie, hanno raccontato delle loro esperienze sessuali e della loro sofferenza, in modo crudo e brutale, tale da risvegliare le coscienze dei normodotati presenti, che erano molto numerosi.

I racconti dei disabili sulle loro avventure sessuali o speranze di relazioni con l’altro sesso, ha messo i presenti di fronte ad una realtà che molti non immaginavano nemmeno esistesse o, perlomeno, non si ponevano neanche il problema. E’ il caso del moderatore che, malgrado la sua veneranda età, non si era mai posto il problema della sessualità dei disabili e sottovalutando, forse nascondendo la testa sotto la sabbia come gli struzzi, i disagi e le ripercussioni che questi problemi, che pesano come macigni, hanno sulle famiglie. E lo Stato? Come affronta il problema? Semplicemente ignorando una proposta di legge che giace da anni in Parlamento, che prevede l’istituzione, anche in Italia, del “Love Giver” ovvero, quelle figure professionali adeguatamente preparate, che possono intervenire per alleviare i bisogni sessuali dei disabili così come esistono in Svizzera, Austria ed altri Paesi del nord Europa.

I relatori, infine, hanno affrontato magistralmente i temi loro assegnati, con dovizia di particolari, e narrato esperienze di loro pazienti che hanno tenuta alta l’attenzione dei presenti, che non è mai scemata e che, sicuramente, ha lasciato in loro un segno molto profondo

Ha concluso i lavori il dott. Carlo Rossetti, disabile e socio Lions del club di Ciampino, che ha narrato la sua esperienza sessuale raccontando alcuni divertenti aneddoti anche per stemperare un po’ la tensione che si era creata nell’uditorio. Ha chiuso i lavori, con un ringraziamento ai presenti, il presidente del club Lions di Ciampino, avv. Giorgio Basei e la presidente circoscrizionale dei Lions, Patrizia Cicini.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>