Archivio della categoria: Economia

Le querele dei lavoratori poligrafici contro il “Fondo Casella” passano di mano in mano dei PM, finora sono tre: Perché?

servizio a cura di Pasquale A. Di Todaro

R o m a - Siamo costretti a ripubblicare l’intervista ai due legali perché ci sembra che a piazzale

la "GIUSTIZIA"Clodio, sede del Tribunale Penale di Roma, la cosa stia prendendo una piega diversa da quella che ci si aspettava ovvero: il caso viene prima assegnato al PM dott. Palamara che dopo poco viene trasferito ed il caso passa alla dott.ssa Nespola ma, è cosa di questi giorni, il caso Fondo Casella viene assegnato ad un nuovo magistrato, il dott.Lionetti. Come mai tutti questi passaggi?

Continua a leggere

Lo spoil system della ASL/RMA a scapito dei medici, dei malati e della collettività. Tanto, a pagare, c’è “pantalone”

servizio a cura di: Pasquale A. Di Todaro

Roma, 8 luglio 2015 - Cosa sta succedendo alla ASL RM/A di via Ariosto 3/9 a Roma che di recente ha incorporato anche la ASL RM/E? Come mai la dirigente, dott.ssa Dionisi, prendendo ai1 pretesto le graduatorie  regionali che sono state pubblicate nel mese di aprile, ha deciso ipso facto di licenziare i medici della guardia medica e sostituirli con altri, altrettanto bravi per carità, calpestando diritti e contravvenendo pesantemente ai dettami Costituzionali e contrattuali con enorme danno, evidentissimo, per le casse della struttura da essa gestita e per gli stessi medici? Continua a leggere

la "GIUSTIZIA"

A seguito delle querele presentate dall’avv. Ciasco, la Polizia Giudiziaria effettua sequestri negli uffici del Fondo Casella

servizio a cura di Pasquale A. Di Todaro

R o m a, 11 giugno 2015 – Cari pensionati del Fondo Casella, è a voi che ci rivolgiamo: Vi ricordate le querele che l’avv. Alessio Ciasco e l’avv. Fabio Dimarziantonio hanno presentato presso la Procura di Roma a tutela dei loro assistiti (pensionati romani, livornesi, genovesi e altri) contro le decisioni assunte in questi anni dal  Fondo Casella? Ebbene, con questa breve notizia vogliamo aggiornare gli scettici. Continua a leggere

Il club Lions di Monte Porzio Catone su “help emergenza Lavoro – Sovraindebitamento ed Usura – Ludopatia”

La referente del club Lions di Monte Porzio Catone, avv. Helga Pasquarelli, ha organizzato percerco_lavoro
sabato 18 aprile p.v. alle ore 17.30, presso le eleganti sale dell’Hotel Villa Vecchia di Monte Porzio Catone, via Frascati n. 41, un convegno che ha per tema l’emergenza lavoro, il sovraindebitamento ed usura e la ludopatia.

Il convegno tratterà il tema,  purtroppo molto attuale e complesso,  quale quello della crisi economica e del lavoro ed altre tematiche che a prima vista sembrerebbero disomogenee o comunque tra loro Continua a leggere

Abolito il canone RAI. Uno scherzo?

L’ADUC sta conducendo una battaglia molto incisiva per l’abolizione del canone RAI. Se la Rai, il Governo ed il Parlamento non rispettano le leggi, perche’ dovrebbero farlo gli utenti della Rai continuando a pagare il canone-imposta sulla tv?
Da anni siamo impegnati per l’abolizione di questa imposta e abbiamo sempre invitato i contribuenti a rispettare la legge pagando l’odioso balzello se in possesso di un apparecchio televisivo. Da troppo tempo, pero’, e’ imbarazzante invocare questo rispetto, quando sono le istituzioni per prime a violare la legge. Ecco l’elenco di alcune delle violazioni piu’ eclatanti che riguardano la tv di Stato:  Continua a leggere

Altri suicidi di imprenditori e operai. E’ ora di gridare Basta, Basta, Basta

non possono esserci commenti

E’ di oggi che c’è stato il 32° suicidio di un imprenditore.  Gianni Merlo, questo il nome dell’imprenditore suicidatosi di Volpago nel Montello nel trevigiano. L’imprenditore si è impiccato nella cabina del camion alle prime luci dell’alba ed è stato ritrovato dopo alcune ore di ricerche da parte della compagna e da uno dei figli che avevano notato il veicolo fermo nel piazzale. All’interno l’uomo, appeso a un gancio sporgente dal lettino superiore del camion, un foulard a strangolargli il collo. E un biglietto con poche parole destinato alla compagna: “Non mi rivedrai più”. Continua a leggere

L’Agenzia delle Entrate mette a segno un colpo da 70 milioni

Altro bingo per l’Agenzia delle entrate durante i controlli già programmati per il 27 e il 28 aprile nelle province di Ascoli Piceno e Fermo. Il colpo da 70 milioni di euro è stato messo a segno da un gruppo che emetteva fatture per false operazioni commerciali in collaborazione con altre società per frodare il fisco.  Essendo le indagini ancora in corso, non è possibile avere ulteriori informazioni in merito.

Il fascismo pagava chi denunciava gli ebrei e Monti chi denuncerà evasori

Il fisco ha annunciato che in occasione della festa del 1° maggio, farà visita agli agriturismi  e ad altre categoria di imprenditori, per controllare se i conti sono in ordine, se qualche scontrino viene rilasciato e se le normative sono tutte adottate. Quanto annunciato, naturalmente è una lodevole iniziativa che non andrebbe neanche pubblicizzata perché dovrebbe far parte dei normali controlli che gli organi ispettivi del fisco dovrebbero svolgere continuativamente per l’intero arco dell’anno. Continua a leggere

I finti tagli di Monti e della casta. Basta prendere in giro gli italiani

Alle elezioni, ricordiamoci di questi signori

Già domani il ministro Pietro Giarda  presenterà al Consiglio dei Ministri la prima bozza dei tagli alla spesa pubblica denominata spending review che, se risulterà efficace,  non dovrebbe far salire l’IVA a settembre dal 21 al 23%. Lo scopo del governo è quello di reperire circa 4 miliardi di euro entro l’estate per raggiungere l’obiettivo prefissato. Continua a leggere

Burlando vuole più auto blu, come Palazzo Chigi e ricorre alla Consulta

La cura Tremonti alle auto blu, inizia ora a provocare mal di pancia alle amministrazioni locali, specialmente alla regione Liguria tant’è che a decidere il contendere è stata chiamata nientemeno che la Corte Costituzionale.

Quando si dice che i politici  sono ingordi e che, malgrado il Paese vada a ramengo e i cittadini costretti a stringere la cinghia, loro se ne fregano altamente. Ma chi sono i cittadini? Chi li conosce? Ma come si permettono? Sembrano dire i nostri politici. Continua a leggere