Archivio della categoria: News

San Francesco d’Assisi: Pacifista? NO, Crociato!

di Filippo Ortenzi

Ogni anno ad Assisi si svolge una Marcia per la Pace che, con sventolio di bandiere arcobaleno,
rosse e delle associazioni cattoliche progressiste post-conciliari quali Caritas, Agesci, Pax Cristipace, S. Egidio ecc. lottano per la Pace nel Mondo mistificando il messaggio francescano e facendo credere, falsamente, che San Francesco fosse un … pacifista. Come si sa le Crociate furono fatte non soltanto per difendere i pellegrini cristiani dagli assalti da parte dei mussulmani e liberare la Terra Santa dalla loro dominazione mussulmana ma anche per riportare la fede cristiana nelle terre dove tale fede era nata. Continua a leggere

1

Il “padrone delle ferriere” querela per una vignetta e non risponde sulla illegittimità della turnazione dei medici

servizio a cura di Pasquale A. Di Todaro

1L’8 luglio di quest’anno pubblicammo un articolo dal titolo: “Lo spoyl sistem della ASL RM/A ai1 scapito dei medici, dei malati e della collettività. Tanto a pagare c’è pantalone”. L’articolo trattava l’argomento dei medici della guardia medica che, di punto in bianco, si erano visti revocare gli incarichi la cui scadenza era prevista per il dicembre 2015, dopo l’uscita delle graduatorie emanate dalla regione Lazio, oltre che all’anomala ed illegale turnazione in cui i medici venivano comandati a lavorare anche per 24 ore di fila. Continua a leggere

IMG_0007

La cerimonia del “passaggio della campana” al Lions club Monte Porzio Catone alla presenza delle massime autorità

Roma – Il giorno 10 luglio u.s., nelle splendide sale dell’Hotel Villa Vecchia di Monte PorzioIMG_0005 Catone, e alla presenza di numerose personalità lionistiche e non, si è svolta la cerimonia del “passaggio della campana” tra il presidente uscente del club Lions di Monte Porzio Catone, Pasquale A. Di Todaro ed il neo presidente prof. Roberto Lojacono. Continua a leggere

Lo spoil system della ASL/RMA a scapito dei medici, dei malati e della collettività. Tanto, a pagare, c’è “pantalone”

servizio a cura di: Pasquale A. Di Todaro

Roma, 8 luglio 2015 - Cosa sta succedendo alla ASL RM/A di via Ariosto 3/9 a Roma che di recente ha incorporato anche la ASL RM/E? Come mai la dirigente, dott.ssa Dionisi, prendendo ai1 pretesto le graduatorie  regionali che sono state pubblicate nel mese di aprile, ha deciso ipso facto di licenziare i medici della guardia medica e sostituirli con altri, altrettanto bravi per carità, calpestando diritti e contravvenendo pesantemente ai dettami Costituzionali e contrattuali con enorme danno, evidentissimo, per le casse della struttura da essa gestita e per gli stessi medici? Continua a leggere

la "GIUSTIZIA"

A seguito delle querele presentate dall’avv. Ciasco, la Polizia Giudiziaria effettua sequestri negli uffici del Fondo Casella

servizio a cura di Pasquale A. Di Todaro

R o m a, 11 giugno 2015 – Cari pensionati del Fondo Casella, è a voi che ci rivolgiamo: Vi ricordate le querele che l’avv. Alessio Ciasco e l’avv. Fabio Dimarziantonio hanno presentato presso la Procura di Roma a tutela dei loro assistiti (pensionati romani, livornesi, genovesi e altri) contro le decisioni assunte in questi anni dal  Fondo Casella? Ebbene, con questa breve notizia vogliamo aggiornare gli scettici. Continua a leggere

coglioni

Fondo Casella: “Quando il gioco si fa duro, i DURI (i pensionati romani naturalmente), iniziano a giocare”.

Roma, 3 maggio 2015 – All’articolo “Il buco nero del Fondo Casella” sono giunti due commenti che pubblico con molto piacere ed ai quali dò la mia risposta oltre che, in coda, c’è anche quella del collega e amico, Renato Brandi:coglioni

“Quale Direttore Responsabile e proprietario della testata, rispondo al primo commento dove si minacciano querele. Ebbene, caro anonimo vigliacco, visto che non hai il coraggio di firmarti ma hai aperto fraudolentemente un account di posta a nome dell’avv. Ciasco, l’aggettivo che ti meriti è proprio questo: VIGLIACCO. Avrei potuto usare altri aggettivi più pesanti ma, essendo i VIGLIACCHI esseri poco intelligenti, codardi, pusillanimi, uomini da niente insomma, ho pensato di farne a meno perchè non li avresti capiti, ma anche perchè sono rispettoso dei malati psichici e specialmente ora che hanno chiuso i manicomi. Comunque, abbi il coraggio di firmarti e di palesarti perchè, se non lo fai, sei un uomo(!?!) senza attributi, un quacquaracqua. Tieni presente che, se volessi, andando alla Polizia Postale riuscirei a scoprire dov’è posizionato il computer da cui sono partiti i commenti avendo tu, quacquaracqua, usato l’IP 192.151.154.142. In quanto alla querela, ti consiglio di prendere il cosiddetto numerino e metterti in coda… non sei l’unico e, personalmente, NON ME NE FREGA UN TUBO!”. Ti dò un consiglio: la querela, mi raccomando di firmarla con il tuo vero nome perchè, altrimenti, non l’accettano. Coglione!                                                     Cordialmente

 Pasquale A. Di Todaro

Continua a leggere

“Fondo Casella”: intervista virtuale e semiseria con Paolo Cagna Ninchi animatore e fulcro del Comitato milanese

servizio a cura di Renato Brandi

Roma, 28 aprile 2015 – Onde sdrammatizzare un pochino le … disgrazie dei pensionati del6544_a6096 “Fondo Casella” a cui sono state ridotte le pensioni integrative di ben il 50%, abbiamo pensato di “riderci” un pò su con del sarcasmo che, in fondo, rivela una grande verità: la confusione che regna tra i pensionati che, forse per l’età, non tutti hanno la lucidità di saper distinguere i VERI comitati spontanei sorti per contrastare chi ha ridotto il Fondo in miseria, ed i FALSI che, forse pilotati dai “soliti noti”, cercano di disinformare sia i lavoratori attivi che i pensionati. Molti cercano, per spendere meno, di unirsi e presentare una sola querela con tante firme, ed è una ipotesi, ma che non acquista la forza che dovrebbe avere un’azione del genere; altri, e sono i più, spendono qualche euro più Continua a leggere

Il “Fondo Casella”, che eroga la pensione integrativa dei poligrafici, é a rischio? Pensionati romani hanno querelato

servizio a cura di Pasquale A. Di Todaro

Roma, 24 marzo – I lavoratori e i pensionati dei poligrafici sono in subbuglio perché vedono messi in discussione i loro diritti da quando il “Fondo Casella”, che eroga le pensioni integrative,rotativa ha ridotto nel 2014 del 25% e, dal 2015 un ulteriore 25% (pari al 50%) il valore delle pensioni erogate.

Motivo? I fondi a disposizione, per varie ragioni che tenteremo di analizzare, non sono sufficienti a coprire, dicono per un periodo limitato, gli esborsi per gli aventi diritto.

Per questo sono sorti molti comitati, alcuni spontanei, altri capeggiati da ex sindacalisti, ben orchestrati, che stanno facendo l’ammujina come dicono a Napoli, facendo perdere tempo con discussioni sterili, perizie sui bilanci ma, cosa piuttosto inconsueta, consigliano una class action.  Continua a leggere

Service del Club Lions Monte Porzio Catone sul femminicidio

Con la partecipazione di un folto pubblico e alla presenza di numerose autorità lionistiche, civili_MG_3994 e militari, si è svolto presso l’hotel Villa Vecchia in Monte Porzio Catone il service “Stalking e femminicidio: conoscere per evitare”, mirabilmente organizzato, coordinato e condotto, dalla referente del Club Lions Monte Porzio Catone, ing. Monica Coppola.

Dopo i consueti saluti da parte del Presidente del Club, dott. Pasquale A. Di Todaro, ha avuto inizio l’esposizione degli argomenti da parte dei relatori. Continua a leggere