I Templari dell’O.S.M.T.J. 1804 elevano a “Cavalieri”, alla memoria, i cristiani uccisi a Pasqua in Sri Lanka

dal nostro corrispondente

Il Gran Priore ing. Nappo e l'ambasciatore

Il Gran Priore ing. Nappo e l’ambasciatore

R o m a – Nei giorni scorsi, l’Ordine Sovrano Militare delTempio di Jerusalem 1804 -O.S.M.T.J. EU-UNION, Priorato Generale d’Italia con la fattiva collaborazione del console Onorario dello Sri Lanka per la Campania, avv. Carmine Capasso, ha incontrato S.E. Daya Pelpola, ambasciatore dello Sri Lanka a Roma.

Per l’occasione, il Gran Priore dell’ OSMTJ. ing. Gennaro Luigi Nappo, accompagnato dalla Baliva del Lazio dott.ssa Laura Pedrizzi e dal precettore di Roma, dott. Pasquale A. Di Todaro, ha espresso a nome dell’Ordine

la delegazione dell'O.S.M.t:j. 1804 con l'qmbasciatore

la delegazione con l’ambasciatore

Templare che governa, tutta la solidarietà e la vicinanza al Paese che egli rappresenta, per i vili attentati alle chiese cristiane a Colombo e per le vittime tutte che, ricordiamo, sono state centinaia, ed ha consegnato all’ambasciatore, affinchè lo facesse

pervenire al Nunzio Apostolico, una pergamena nella quale tutti ipasquale martiri cristiani vengono elevati al rango di Cavalieri Templari alla memoria, oltre ad altri doni.

laura 1

la Baliva del Lazio Laura Pedrizzi

Per l’occasione, il Gran Priore ha fatto dono a

i delegati all'ingresso dell'ambasciata

i delegati all’ingresso dell’ambasciata

S.E. l’Ambasciatore di un crest con l’effige dell’O.S.M.T.J. ed un pin da apporre sulla giacca.

Sua Ecc. l’Ambasciatore ha ringraziato a nome del suo Paese e del Nunzio Apostolico, informando il Gran Priore che, nel mese di giugno, lo stesso verrà a Roma ed ha preso l’impegno di informarlo per dar modo ad una delegazione dell’O.S.M.T.J. di incontrarlo.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>